Nicoletta Mariolini: «L’Amministrazione federale nutre le radici della coesione nazionale investendo nel capitale linguistico del suo personale e valorizzando quello di tutte le entità territoriali.»

Foto di Nicoletta Mariolini

a Svizzera e gli Svizzeri sono una «Willensnation», una nazione nata dalla volontà, dalla nostra volontà comune. Questa unità nella diversità, questa volontà di superare le nostre differenze per vivere insieme è ciò che ci rende forti. In questo contesto il valore economico del plurilinguismo e il ruolo della leadership nell’attuazione delle politiche pubbliche sono fondamentali.                                                                                                                                     

La diversità culturale e il plurilinguismo sono ancorati nella tradizione svizzera. La Confederazione è composta di 26 Cantoni. Tre Cantoni sono bilingui, uno trilingue. Le lingue nazionali della Svizzera sono il tedesco, il francese, l’italiano e il romanico.  Perciò, la coerenza e la pertinenza delle azioni intraprese su tutto il territorio, in tutti i settori di attività e a tutti i livelli istituzionali rappresentano il cuore e il motore di un’azione efficace.  

 

Il plurilinguismo in Svizzera si appoggia su diverse basi legali. L’Amministrazione federale è un microcosmo della Svizzera e in quanto tale deve garantire un’equa rappresentanza delle comunità linguistiche e promuovere l’uso equilibrato delle lingue ufficiali. L’ordinanza sulle lingue (OLing) indica gli intervalli di riferimento della rappresentanza delle comunità linguistiche in seno all’Amministrazione federale. L’analisi dei dati globali del 2018 mostra che le rappresentanze delle comunità linguistiche sono pressoché in equilibrio rispetto ai valori di riferimento.

 
20200305_BILD_IT.PNG

La delegata federale al plurilinguismo può contare su una rete di partner interni ed esterni all’Amministrazione federale. Essa sostiene e promuove diversi progetti e campagne di sensibilizzazione (p.e. 321 via, Capito? Comprendere l’italiano in Svizzera).

Ogni quattro anni la delegata federale al plurilinguismo presenta la promozione del plurilinguismo in seno all’Amministrazione federale nel “Rapporto di valutazione e raccomandazioni sulla politica del plurilinguismo (art. 8d, cpv. 4, OLing) – evoluzione e prospettive”.

Il documento seguente riassume gli aspetti più importanti del plurilinguismo in Svizzera.

 

Comunicati stampa

Tutte

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale

https://www.plurilingua.admin.ch/content/plurilingua/it/home.html